Sante e Streghe. Storie di donne nel Medioevo

Collana:
2-3d.gif
Formato: 14 x 21 cm
Pagine: 96 + Cop. in brossura con bandelle
Edizione: Novembre 2019
Lingua: Nvembre 2019
Illustrazioni: A colori
ISBN: 9788833242347
Voti:

Carrello

Libro cartaceo
9,90
8,42 €
Tag:
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

TRAMA
Due donne che hanno sfidato il loro tempo.
Due protagoniste di eventi terribili e meravigliosi, forti, coraggiose e indomite.
Due vicende da raccontare perché la Storia è uno specchio in cui riflettersi.

La storia è stata per lunghissimi secoli raccontata da un unico punto di vista: quello degli uomini soffermandosi sulle narrazioni di invasioni, guerre, papi, imperatori, viaggiatori e inventori.
E le donne?
Il volume racconta attraverso la voce delle protagoniste alcuni momenti della vita di Santa Chiara d’Assisi e della “grandissima incantatrice” di Bologna Gentile Budrioli, restituendo, con una scrittura avvincente e agile, la prospettiva di genere alla narrazione storica.
Due donne che, con grande forza e notevoli doti intellettuali, riuscirono a indirizzare le scelte dei potenti e ad incidere in modo significativo nella storia politica e culturale di quel tempo chiamato Medioevo.
 
 
Beatrice Borghi è ricercatore e docente di Storia Medievale e di Didattica della Storia presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna.
Si occupa di storia del pellegrinaggio nel Medioevo e dei relativi santuari nell’area euromediterranea a partire dai modelli gerosolimitani. Nel campo della didattica si interessa di metodi, strategie e strumenti per l’insegnamento della storia e dell’educazione al patrimonio.
È co-fondatrice del Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio (DiPaSt) e Direttrice della “Festa Internazionale della Storia”.
Per Minerva ha publicato: Le radici per volare (con R. Dondarini, 2015); San Domenico. Un patrimonio secolare di arte, fede e cultura (2012); Bologna. Storia, volti e patrimoni di una comunità millenaria (con R. Dondarini, 2011); In viaggio verso la Terrasanta. La basilica di Santo Stefano in Bologna (2010).
 
Maria Rosaria Catino è insegnante presso l’Istituto Comprensivo di Pianoro (Bologna) e svolge attività di formazione nell’ambito della didattica della storia e della lingua italiana. Membro del Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio (DiPaSt) dell’Università di Bologna, collabora attivamente alla progettazione e organizzazione della “Festa Internazionale della Storia”. Poetessa, ha pubblicato per Aletti editore nei volumi Federiciano, Habere artem ed Enciclopedia italiana dei poeti emergenti. Le sue attività laboratoriali sulla storia locale sono stati raccolti nel volume Le radici per volare (B. Borghi, R. Dondarini, Minerva 2015).
 
COMMENTI

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


CONDIVIDI la pagina

Della stessa collana

Informazioni aggiuntive

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Policy Cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Policy Cookies. Cliccando su Attiva Cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo leggi le nostre policy cookies.

Accetto i cookies da questo sito.