Il portico più lungo del mondo

2-3d.gif
Formato: 12 x 18 cm
Pagine: 128 pagine + Cop. in brossura
Edizione: Settembre 2019
Lingua: Italiano
Illustrazioni: Interamente illustrato in BN
ISBN: 9788833241890
Voti:

Carrello

Libro cartaceo
9,00
7,65 €
A causa dell'attuale emergenza in corso, i tempi di spedizione potrebbero subire dei ritardi. Per informazioni e aggiornamenti sullo stato dell'ordine effettuato scrivete a: info@minervaedizioni.com
Tag:
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

TRAMA
E’ la fine di giugno del 1674 quando una lumachina senza guscio parte dal centro di Bologna per raggiungere la vetta del monte della Guardia con una missione luminosa e tutta sua. Negli stessi giorni, sulla strada di Saragozza, una fila di uomini si passano mattoni di mano in mano. Il viaggio della lumaca durerà tre secoli e mezzo, sarà il più lento del mondo, ma proprio per questo sarà anche un viaggio nella storia del portico di San Luca, quasi quattro chilometri per seicentosessantasei arcate.


Federica Iacobelli è nata a Roma e cresciuta a Napoli, ma è a Bologna che oggi ha la sua casa, anche se spesso viaggia verso Urbino dove insegna in una scuola di nome ISIA. Scrittrice, sceneggiatrice, drammaturga, qualche volta giornalista, ha scritto libri per lettori piccoli e grandi, romanzi e racconti illustrati come: Uno studio tutto per sé (Motta Junior 2007, Premio Pippi Scrittrici per Ragazzi 2008); La città è una nave (Topipittori 2011); Storia di Carla (Pendragon 2015); Nel paese di Mister Coltello (Les Mots Libres 2017). Ha scritto documentari e film d’animazione, programmi tv e testi teatrali tra cui ricordiamo: Novelle fatte al piano (dalle Novelle fatte a macchina di Gianni Rodari); Asteroide Lindgren (dedicato all’autrice di Pippi Calzelunghe); Il ètait de mai (in Théâtre en court 4, Les éditions Théâtrales 2009); alcuni episodi di L’arte con Matì e Dadà (Acthoons / Rai); Nelle mani di Anna (con Marinella Manicardi, menzione speciale Premio internazionale di drammaturgia La Ecritura De La/s Diferencia/s 2017).


Teresa Sdralevich è grafica, cartellonista e illustratrice. Nata a Milano, cresciuta a Pavia, laureata in Scienze politiche a Bologna, dopo un’esperienza di lavoro editoriale a Parigi in una casa editrice per bambini, Teresa Sdralevich si è infine stabilita a Bruxelles, dove ha frequentato brevemente un corso di illustrazione e poi di grafica. Ha sempre lavorato su due binari paralleli: il disegno per l’editoria –illustrando periodici e romanzi per ragazzi- e il manifesto culturale, politico e sociale per campagne di pubblica utilità. E’ stata invitata in varie città europee a tenere workshop di grafica e serigrafia con studenti, bambini e adulti. La sue specialità sono: stampare in serigrafia e usare l’ironia per trasmettere messaggi importanti. Con il suo lavoro ha partecipato a festival e mostre e vinto premi. Ha pubblicato disegni su testate molto note come “Internazionale”, “Il Sole 24 Ore”, “Courrier International”, “Donna Moderna". Ha illustrato una ventina di libri per ragazzi comprese le storie di Eva Ibbotson (Salani). I suoi libri come autrice: Il manuale dell’ospite perfetto (La Grande Illusion 2013), The Polish Shoes – Le mie polacchine (La Grande Illusion 2015), La mia famiglia è uno zoo (Minibombo 2016), Poster Power! Fantastici poster e come farli (Cicada Books 2017 – Corraini 2018).





COMMENTI

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


CONDIVIDI la pagina

Della stessa collana

Informazioni aggiuntive

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Policy Cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Policy Cookies. Cliccando su Attiva Cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo leggi le nostre policy cookies.

Accetto i cookies da questo sito.