Bologna: storia di un'ingiustizia – 1926-27: lo scudetto negato

Collana: Sport
2-3d.gif
Formato: 10,5 x 17,5 cm
Pagine: 192 + Cop. in brossura
Edizione: Giugno 2017
Lingua: Italiano
ISBN: 978-88-7381-954-7
Voti:

Carrello

Libro cartaceo
9,90
8,42 €
Tag:
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

TRAMA
Al termine del campionato 1926-27, vinto dal Torino, due giornali, a Milano e a Roma, diffusero strane voci su una “combine” di qualche settimana prima: alcuni giocatori della Juventus si sarebbero venduti il derby per una ingente somma di denaro sborsata da un dirigente del Torino. Il presidente della Federcalcio, Leandro Arpinati, al contempo podestà di Bologna e sottosegretario nazionale del Partito, aprì un’inchiesta ufficiale. Dopo poche settimane, arrivò il clamoroso verdetto: revoca dello scudetto al Torino, squalifica a vita per i dirigenti granata, a partire dal presidente Marone Cinzano, e per il giocatore Allemandi. Il mistero non finisce qui: lo scudetto doveva passare al secondo classificato, cioè il Bologna, ma il bolognese Arpinati oppose un secco rifiuto e il titolo restò non assegnato.
A più riprese il Torino ha chiesto invano la restituzione di quello scudetto. L’attuale presidente granata, Urbano Cairo, ha annunciato una nuova battaglia, mentre a Bologna già da qualche anno va montando un movimento d’opinione diretto invece a chiedere che lo scudetto 1926-27 venga finalmente assegnato al Bologna.
Il giornalista e storico Carlo F. Chiesa ha ripreso in mano le carte dell’indagine, ne ha trovate di inedite e ha risolto il “giallo”. Tutta la verità sull’intricata vicenda e i suoi avvincenti sviluppi. Fino alla clamorosa soluzione, che potrebbe portare il famoso scudetto non dato a tingersi di rossoblù, come l’ottavo della gloriosa storia del Bologna…
COMMENTI

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


CONDIVIDI la pagina

Dello stesso autore

Informazioni aggiuntive

orologi replica cinesi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Policy Cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Policy Cookies. Cliccando su Attiva Cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo leggi le nostre policy cookies.

Accetto i cookies da questo sito.