Mosaici di Rimini romana

Collana: Storia
2-3d.gif
Formato: 21,5x28,5 cm
Pagine: 128 + Cop. cart. con sovraccoperta
Edizione: Gennaio 2017
Lingua: Italiano
ISBN: 978-88-7381-906-6
Illustrazioni: 12 B/N e 109 a colori
Voti:

Carrello

Libro cartaceo
25,00
21,25 €
Tag:
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

TRAMA
Il libro segue una narrazione “per immagini” dell’abitare ad Ariminum che ha per protagonisti i mosaici e altri pavimenti. Un racconto che si snoda lungo circa mille anni, “colorato” dal rosso del laterizio dei pavimenti delle più antiche stanze della colonia e poi dei più raffinati cementizi in cui fili di tessere compongono delicate trame. E poi “tessuto” da orditi in cui le tessere dei mosaici e le più preziose pietre dei sectilia disegnano, in tenui policromie o nel contrasto cromatico del bianco e del nero, geometrie che tanta fortuna hanno goduto fin dal I secolo a.C. Talvolta “animato” da raffigurazioni ispirate ora al mito, ora ai temi più in voga della romanità, eletti spesso ad autocelebrazione del dominus e della sua attività.
Per seguire il corso della storia, la narrazione impatta nella crisi che colpisce anche Ariminum intorno alla metà del III secolo, con la calata delle prime incursioni barbariche. È allora che splendidi mosaici, quali quelli della domus del Chirurgo, restituiscono le tracce lasciate dai violenti incendi, causa della rovina di tante abitazioni.
Sempre mosaici e sectilia documentano anche la rinascita della città che vede crescere, nel V secolo, superbi palatia in cui i tappeti policromi dilatano i motivi geometrici, enfatizzandoli in giochi e intrecci che guardano oramai all’orizzonte bizantino.
Aderenza ai canoni culturali di Roma e insieme spirito d’innovazione delle maestranze locali, con il gusto del committente, creano il variegato panorama dei mosaici di Ariminum, città aperta e permeabile a influenze artistiche anche mutuate dalle regioni dell’impero.
Un vero e proprio tesoro, in gran parte restituito a noi grazie all’alacre lavoro degli archeologi, che possiamo
conoscere e ammirare, oltre che nei diversi siti archeologici, nel Museo della Città “Luigi Tonini”.
COMMENTI

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


CONDIVIDI la pagina

Della stessa collana

Informazioni aggiuntive

orologi replica cinesi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Policy Cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Policy Cookies. Cliccando su Attiva Cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo leggi le nostre policy cookies.

Accetto i cookies da questo sito.