Odoardo Lodi sindaco di Persiceto (1907-1912)

Collana: Storia
2-3d.gif
Formato: 17 x 24 cm
Pagine: 196 + Copertina plastificata
Edizione: Novembre 2007
Lingua: Italiano
ISBN: 978-88-7381-195-7
Voti:

Carrello

Libro cartaceo
15,00
12,75 €
Tag:
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

TRAMA
Odoardo Lodi nacque a San Giovanni in Persiceto nel 1875 e morì, appena quarantenne, nel 1915. La sua breve esistenza fu in realtà densa di avvenimenti notevoli sul piano storico, degni di essere ricordati togliendoli dallʼoblio del tempo. Fu uno dei primi socialisti persicetani, un pioniere, di tendenze riformiste come Turati e Prampolini, che seppe organizzare il movimento operaio e bracciantile sia a livello sindacale che politico, soprattutto contribuendo alla crescita della locale cooperativa braccianti di cui fu segretario amministrativo. Ma lʼimportanza del suo ruolo è legata specialmente alla conquista del comune di Persiceto che i socialisti – guidati appunto da Lodi – ottennero nel 1907 (esattamente un secolo fa) e alla sua capacità amministrativa in qualità di sindaco della città, avviandone una decisa modernizzazione ed una forte crescita sociale. Importante fu il rapporto con Giacomo Ferri, che era diventato deputato socialista del collegio di Persiceto, anche grazie allʼaiuto di Lodi, a partire dal 1904. La grave lite con il deputato, iniziata nel 1910, non impedì a Lodi di essere rieletto sindaco dai cittadini di Persiceto, con lʼavallo di un moto di simpatia che giornali e giornalisti di caratura nazionale, tra cui Missiroli, spesero a suo favore. Contro Ferri, sia a livello locale sia nazionale, venne sollevata una questione morale, vuoi per il suo opportunismo politico, vuoi per per certi comportamenti disinvolti che lo videro protagonista. La lite con Ferri ebbe però conseguenze sul piano giudiziario e, infine, personale: Lodi venne condannato per diffamazione aggravata, finendo per perdere la carica di sindaco. Il libro ripercorre con unʼaccurata documentazione tutte queste vicende collocandole nel contesto dellʼetà giolittiana, in unʼanalisi puntuale di alcuni momenti dello sviluppo storico del partito socialista in quei primi anni del novecento, senza trascurare gli aspetti narrativi delle vicende personali di Odoardo Lodi. Un importante rilievo viene data allʼopera amministrativa del sindaco e alle sue realizzazioni concrete, campo in cui lʼurgenza rivoluzionaria del suo riformismo ebbe modo di esercitarsi con evidente successo.
COMMENTI

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


CONDIVIDI la pagina

Dello stesso autore
Della stessa collana

Informazioni aggiuntive

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Policy Cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Policy Cookies. Cliccando su Attiva Cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo leggi le nostre policy cookies.

Accetto i cookies da questo sito.